Carpfishing in Lombardia, Trentino e Veneto

In Italia sono moltissimi i laghi e i corsi d’acqua dove praticare il carpfishing, con una netta prevalenza di specchi d’acqua dove esercitare la propria passione. In questo articolo ci concentriamo su alcuni dei posti che puoi scegliere per la pesca alla carpa, nelle regioni del nord est, vale a dire Lombardia, Trentino e Veneto.

Il Carpfishing in Italia

Uno dei posti più frequentati dai carpisti italiani in Lombardia è la zona di Governolo del fiume Mincio. Si tratta di un’area in cui è possibile pescare durante tutto l’anno, con moltissime postazioni di pesca e sempre attraversato dalle giuste correnti. E’ vietato utilizzare la barca per la pesca e si possono usare fino a un massimo di tre canne, materiale che puoi acquistare su Pesca Sport San polo. Si può pescare anche di notte.

Molti anche i laghi lombardi dove puoi fare carpfishing come il lago superiore di Mantova e il lago di Endine. Nel primo si può praticare sia la pesca diurna che notturna e si possono usare un massimo di due canne. Per pescare nel lago di Endine, ovunque a tua scelta, occorre un permesso preventivo. Non è facilissimo pescare in queste acque ma i risultati possono anche regalare sorprese molto gradite come un pescato sui 30 kg. Infine consigliamo le Lame di Iseo. Si tratta di una sorta di grossi stagni originati dall’escavazione della torba, situati a sud del lago d’Iseo. Si può pescare soltanto nella lama più estesa con due canne al massimo. E’ necessario essere in possesso di un’autorizzazione giornaliera.  

In Trentino Alto Adige ti suggeriamo il lago di Ledro. Il periodo migliore è quello autunnale, dai primi di settembre alla metà di ottobre oppure nel mese di aprile, visto che sono presenti correnti e venti che muovono le acque. Puoi trovare le carpe sia in punta alla piccola spiaggia sia nella baia. Per pescare qui bisogna avere la tessera FIPSAS oppure fare un permesso giornaliero.

Fiume Lemene, Canal Bianco e Idrovia Padova, questi i nostri suggerimenti per il carpfishing in Veneto. Nel fiume Lemene, in passato regno dei pescatori di lucci, tinche e anguille, oggi accorrono molti carpfisher. Qui si può pescare anche by night con una licenza di tipo B. Il Canal Bianco è un canale dislocato tra il Po e l’Adige dove puoi pescare carpe con un massimo di tre canne solo se hai la licenza di tipo B. Infine l’Idrovia Padova, le cui acque appartengono in parte alla provincia di Padova ed in parte a quella di Venezia. Se peschi nella zona padovana ti occorre la licenza B più la tessera FIPSAS mentre in acque veneziane è sufficiente la licenza di tipo B.

Related Post