Guida alla scelta della bici elettrica ideale

La bici elettrica è la scelta migliore per spostarsi in città in modo sicuro, rapido e sostenibile. Sul mercato ci sono tantissimi modelli, versioni e tipologie per cui la scelta della miglior bici elettrica potrebbe non essere così semplice per chi non se ne intende. Ecco perché in questo articolo ti forniremo alcune informazioni importanti per scegliere la bici elettrica più adatta al tuo budget e alle tue esigenze.

Dove intendi utilizzare la tua bici elettrica?

La prima domanda da porsi per la scelta di una buona bici elettrica riguarda la destinazione d’uso e, quindi, cerca di capire su quali tipologie di strada vorrai utilizzarla. Difatti le bici elettriche si distinguono per una serie di caratteristiche tecniche che si adattano ai percorsi urbani o naturali. Tra questi figurano la presenza di ammortizzatori, il peso complessivo della bici, la durata della batteria e via discorrendo.

Per la città ti servirà una bici leggera, pratica e adatta a schivare pedoni improvvisi, strisce pedonali, percorsi in pietra dei centri storici e altri ostacoli cittadini. La batteria è sicuramente importante ma mai quanto lo è per le bici da montagna che dovranno essere equipaggiate da buone ruote, ammortizzatori robusti e lunga autonomia di durata.

A queste informazioni di base si aggiungono anche degli accessori importanti come la doppia sella, il cestino anteriore, il campanello, la torcia e tutto ciò che può tornare utile sia in strada che su percorsi sterrati in mezzo alla natura. Per tutte queste ragioni una bici da città è molto diversa da quella di montagna e la sua destinazione d’uso è il primo fattore da valutare per l’acquisto.

Le dimensioni della bici

Un’altra informazione molto importante riguarda anche la grandezza, ovvero le dimensioni del telaio rispetto all’altezza di chi dovrà guidarla. Di solito le bici elettriche sono suddivise per genere e per taglie proprio per agevolare gli acquirenti nella scelta. A volte trovi espresse le misure in taglie indicate con scale numerici o con le sigle utilizzate anche per l’abbigliamento come Small, Medium e Large.

La potenza e l’autonomia della batteria

Infine dovrai controllare l’autonomia di durata della batteria in relazione alla potenza del motorino elettrico. Solitamente è questo il valore che più tra tutti influenza il costo complessivo della bici elettrica anche se, per legge, nessun modello può superare i venticinque chilometri orari. Oltre questa velocità la pedalata assistita deve interrompersi fin quando la bici non torna al di sotto dei livelli a norma.

L’autonomia della bicicletta è espressa in Ampere e questa, grossomodo, ci fa capire quanto è in grado di durare la pedalata assistita a batteria completamente carica. Tuttavia nel tempo e con un utilizzo improprio la batteria tende ad invecchiare per cui consigliamo di non badare a spese.

Al momento della valutazione del costo della bici devi tener conto del rapporto qualità prezzo prediligendo sempre un rapporto ottimale, ovvero orientato a determinare la cifra massima che sei disposto a spendere rispetto alla qualità che ti aspetti. Una bici elettrica di buona qualità non dovrebbe mai avere un costo al di sotto dei trecento euro perché risulterebbe scadente rispetto ai materiali e alle performance.

Related Post